Amici Aneurisma

Forum gratuito rivolto ai Malati di Aneurisma Cerebrale , di Ischemia Cerebrale e di Ictus, mediante gruppi di supporto amichevoli, nel forum e nella chat riservata .
 
IndiceRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Ictus: nuove speranze per il recupero motorio anche anni dopo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
dr.ssaDiana
Gestore
Gestore
avatar

Femminile Messaggi : 411
Data d'iscrizione : 02.09.11
Località : Piemonte, Torino

MessaggioTitolo: Ictus: nuove speranze per il recupero motorio anche anni dopo   Gio 31 Ott 2013 - 1:48

Poter tornare a prendere in mano una pallina, girare una chiave o sfogliare le pagine di un libro anche ad anni di distanza da un ictus cerebrale. Fino ad oggi non era considerato possibile: i margini per il recupero funzionale di un arto menomato dagli effetti devastanti prodotti dall'ictus sul cervello, infatti, sembravano limitati ai primi sei mesi o, in qualche raro caso, a un anno dall'evento.

Una ricerca del Campus Bio-Medico di Roma, invece, ha dimostrato che basta 'spegnere' opportunamente le connessioni del cervello malfunzionanti e i neuroni della parte colpita risulteranno poi più pronti a 'riapprendere', con la riabilitazione, il modo per far muovere l'arto. Anche oltre i fatidici sei mesi dall'ictus. In pratica, è un po' come quando si blocca il computer: per poterlo far funzionare di nuovo basta riavviare il sistema.

La notizia, nel giorno (29 Ottobre) in cui si celebra la IX Giornata Mondiale contro l'Ictus Cerebrale, è frutto di uno studio-pilota dell'Unità Operativa di Neurologia dell'Università Campus Bio-Medico di Roma, diretta dal Prof. Vincenzo Di Lazzaro. I risultati del trial, che ha coinvolto dodici pazienti con danni funzionali da ictus all'arto superiore, sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Neuroscience Letters.

Il lavoro ha aperto il campo a una nuova e più ampia sperimentazione, ormai in partenza presso il Campus Bio-Medico, alla quale prenderanno parte cento soggetti volontari. Secondo i ricercatori, il segreto per ottenere risultati significativi nella riabilitazione motoria ad anni di distanza dall'ictus sta nel modo in cui vengono combinate le sedute di fisioterapia e di stimolazione magnetica cerebrale.

Quest'ultima è una metodica non invasiva con cui si possono produrre modifiche di lunga durata delle connessioni tra neuroni del cervello. Fino ad ora, era utilizzata in fase post-ictus per inibire la corteccia cerebrale sana e favorire l'attività di quella menomata, tentando così di ripristinare, almeno in parte, la funzionalità motoria dell'arto.

"Il nostro protocollo di studio - spiega Di Lazzaro - ha invertito i criteri dell'approccio classico. La stimolazione magnetica non ci è servita per aumentare l'attività sinaptica della corteccia lesa, ma per diminuirla. In tal modo, è come se avessimo preparato il terreno per le successive sedute di riabilitazione. Per recuperare il danno causato da un ictus, infatti, il cervello deve tornare ad apprendere come far muovere l'arto. I dati sperimentali ci hanno mostrato che, in questo percorso di recupero funzionale, riabilitazione e stimolazione magnetica 'viaggiano' sullo stesso binario, contendendosi lo 'spazio' che la parte di cervello colpita concede. Utilizzando la stimolazione magnetica per attenuare l'attività dell'emisfero leso, è come se avessimo 'riavviato' i neuroni malfunzionanti, rendendoli poi più pronti a rispondere alle terapie fisiatriche. Ciò ha prodotto effetti benefici maggiori e più duraturi nei pazienti".


art. tratto dalla rivista scientifica
"pagine mediche"

____________________________
moderatore dr.ssa Diana
(consulente medico psicologo/psicoterapeuta)

Vicepresidente Associazione no profit Help EpatiC
Tornare in alto Andare in basso
http://www.helpepatic.org
 
Ictus: nuove speranze per il recupero motorio anche anni dopo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» 18 novembre - catania: convegno sul tema “Sistri..quattro anni dopo! problematiche irrisolte e suggerimenti degli operatori”
» polizza fidejussoria a prima escussione
» In cerca di consigli: bambino 4 anni con sindrome W.P.W/ritardo psico-motorio
» Recupero R13 o R3?
» Recupero Basette Circuiti Stampati

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Amici Aneurisma :: 

Informazione

 :: Informazioni Patologie
-
Andare verso: